Tumore del cane: prevenzione

I tumori nei cani sono recentemente curabili, in passato quando veniva diagnosticato una massa tumorale quest’ultimo doveva essere sfortunatamente soppresso, senza che venisse provata alcuna cura.

È importante sottolineare che i cani di razza sono più “delicati” rispetto agli incroci, di conseguenza più soggetti a varie patologie e tumori, è necessario adottare certi accorgimenti per cercare di prevenire che questo accada, come tenere d’occhio eventuali cali di peso o di appetito, la comparsa di noduli percepibili al tatto e posizionati sotto la pelle e in varie parti del corpo (mandibola, ascelle, cosce, etc…), per visite più approfondite e precise è necessario recarsi dal proprio veterinario annualmente, al fine di fare una ricerca approfondita tramite analisi del sangue, analisi delle urine, raggi X e ultrasuoni.

Cure

Al giorno d’oggi è importante affrontare subito il tumore, senza che questo venga assolutamente trascurato. Le cure a disposizione sono simili a quelle dell’uomo, come la chemioterapia e la radioterapia utilizzate quando la chirurgia non è consigliata, ma la buona notizia è che i cani in genere soffrono meno degli umani durante queste cose; esistono anche farmaci definiti “intelligenti”, poiché vanno a mirare direttamente il bersaglio interessato, ovvero le cellule tumorali. Questi vengono somministrati in piccole quantità e in maniera continuativa, in modo da aggredire i vasi sanguigni della massa e rallentarne drasticamente la crescita nel tempo.

Come per l’uomo, il trattamento varia a seconda del tipo di carcinoma, ed è possibile che in alcuni casi ci sia bisogno di intervenire mediante un intervento chirurgico per asportare la massa anomala; ha però alcuni effetti collaterali come il dolore post intervento, problemi di emorragie durante il processo chirurgico, eventuali infezioni della ferita in caso questa non venga trattata nel modo giusto e possibili reazioni all’anestetico utilizzato.

“Cure” naturali

È fortemente sconsigliato sostituire queste ultime alla terapia tradizionale, devono essere infatti utilizzate come supporto palliativo. Come specificato precedentemente, il trattamento varia a seconda del tipo di carcinoma presente, quindi è consigliato consultare il proprio veterinario per scegliere il farmaco naturale giusto al fine di alleviare eventuali dolori del cane, durante la somministrazione di medicine tradizionale o, in alternativa,in seguito ad un intervento chirurgico.

Conclusioni:

Quando si parla della vita del proprio cane, è di fondamentale importanza affidarsi al parere di una persona competente ed esperta come quella del veterinario: saprà consigliarvi la strada giusta per affrontare nel migliore dei modi il tumore. È necessario fare il possibile per la salute del proprio cane e prima di valutare la soppressione dell’animale è bene, nonché comprensibile, tentare ogni cosa.

Links:

http://www.altoadige.it/cronaca/bolzano/tumori-con-le-cure-giuste-si-allunga-la-vita-del-cane-1.505445

https://www.mondopets.it/articolo/trattamento-del-cancro-nel-cane-150.html