Latest Posts

Ipertiroidismo nel gatto: come prevenirlo

L’ipertiroidismo nel gatto, fino a qualche decennio fa era una malattia ormonale che difficilmente veniva diagnosticato perché era una malattia rara nei felini, ma dagli anni settanta in poi i casi sono aumentati a dismisura e oggi è tra le malattie endocrine più comuni, specialmente negli esemplari anziani ( circa il 75% dei casi diagnosticati riguardano gatti con un’età media di 13 anni).

Per capire le cause che possono provocare l’ipertiroidismo nel gatto sono stati condotti vari studi e l’attenzione è stata posta soprattutto sull’alimentazione industriale. Infatti, analizzando il sangue dei gatti affetti da questa patologia sono stati trovati diversi metalli pesanti che sono presenti nel cibo che spesso viene somministrato ai felini, specialmente nei gatti che amano i cibi in scatola a base di pesce e fegato e anche se ancora non è possibile affermare con certezza in che misura l’alimentazione può influire sull’insorgere di questa patologia, si ritiene che numerose sostanze possono comunque essere parzialmente responsabili.

(altro…)

Morbo di Cushing nel cane

Il morbo di Cushing nel cane è una malattia che viene riscontrata frequentemente in ambito veterinario e colpisce soprattutto cani appartenenti a determinate razze e che hanno almeno sei anni di età, inoltre in alcuni casi può essere riscontrata anche nei gatti.

Entrambi i sessi possono essere colpiti da questa sindrome, anche se vengono registrati più casi che riguardano le femmine, inoltre, pur essendo una malattia che colpisce prevalentemente i cani adulti ed anziani ci sono anche alcuni casi in cui è stata riscontrata in soggetti più giovani.

(altro…)

Igiene orale di fido: come effettuare la pulizia dei denti nei cani

Purtroppo la pulizia dei denti del cane è un’operazione che spesso viene trascurata, quando in realtà è un aspetto che non va affatto trascurato.

Se da un lato negli ultimi anni c’è più consapevolezza nei confronti dell’importanza che ha l’alimentazione bilanciata ed effettuare regolarmente i vaccini necessari ai nostri amici a quattro zampe, sfortunatamente non si può dire la stessa cosa per quel che riguarda la pulizia dei denti dei cani.

(altro…)

Tumore del cane: prevenzione

I tumori nei cani sono recentemente curabili, in passato quando veniva diagnosticato una massa tumorale quest’ultimo doveva essere sfortunatamente soppresso, senza che venisse provata alcuna cura.

È importante sottolineare che i cani di razza sono più “delicati” rispetto agli incroci, di conseguenza più soggetti a varie patologie e tumori, è necessario adottare certi accorgimenti per cercare di prevenire che questo accada, come tenere d’occhio eventuali cali di peso o di appetito, la comparsa di noduli percepibili al tatto e posizionati sotto la pelle e in varie parti del corpo (mandibola, ascelle, cosce, etc…), per visite più approfondite e precise è necessario recarsi dal proprio veterinario annualmente, al fine di fare una ricerca approfondita tramite analisi del sangue, analisi delle urine, raggi X e ultrasuoni.

(altro…)

Alternative naturali per la cura dei tumori nei cani e nei gatti

In questo articolo parleremo di come si può manifestare il tumore nel cane e nel gatto, e di alcuni dei principali rimedi che la natura ci offre per prevenire e curare questa patologia.

Segni e sintomi dei tumori nei cani e nei gatti

Alcuni cosiddetti “campanelli d’allarme” possono indicare la presenza di un tumore ed è fondamentale riconoscerli in tempo in modo da poter agire tempestivamente .

(altro…)

Sverminazione cane, ecco cosa fare e quali prodotti naturali utilizzare

Coloro che decidono di prendere un cane devo sapere che appena nati, i cuccioli devono essere sverminati, perché nel loro stomaco presentano dei piccoli vermi. La maggior parte delle volte si tratta di Ascaridi, piccoli parassiti dalla forma lunga e cilindrica, che vengono trasferiti dalla madre al cucciolo, quando è ancora un feto, oppure durante l’allattamento. La giusta età per vaccinare i propri cuccioli è compresa tra le 6 e le 8 settimane, mentre per quanto riguarda la sverminazione è possibile agire già dopo 20 giorni dalla nascita. Poiché in questa fase sono comunque ancora allattati, è come detto il contagio avviene attraverso il latte, è opportuno sverminare anche la madre. E’ importante sapere che a distanza di circa 20 – 25 giorni, bisogna ripetere questa operazione, per essere sicuri di aver risolto il problema.

(altro…)